Toelettatura

    Centro benessere Doginn

    Un cane con una pelle e un pelo pulito è sicuramente un cane più sano.

    Una vera SPA per cani! Un ambiente pulito per bagni specifici, antiparassitari e terapeutici.

    Shampoo terapia (anche per cani con problemi di dermatite!). Tagli e tosature professionali. Stripping. Taglio unghie…

    Utilizziamo solo prodotti di alta qualità che idratano e ristabiliscono il naturale equilibrio della cute agendo contro le sue principali anomalie.


    L'importanza della toelettatura

    "I cani non bisogna lavarli troppo, sennò si toglie la loro protezione naturale, in media va bene fargli il bagno una o due volte all'anno" Verità o "diceria popolare"?

    Per rispondere a questa domanda, dobbiamo innanzi tutto sapere come sono fatti i nostri cani, e scoprire cos'è questa "protezione naturale" di cui si sente spesso parlare come se si trattasse di qualcosa di ignoto che hanno solo i nostri amici pelosi...  

    Nella pelle del cane, come nella nostra, e precisamente nello strato chiamato "derma", si trovano le ghiandole sebacee che sono piccoli organuli esocrini, unite al corpo di alcuni peli ad una altezza di poco maggiore rispetto a quella del follicolo pilifero. La maggior parte di esse presenta un dotto escretore che si apre proprio nel follicolo, mentre una piccola parte si apre direttamente sulla superficie cutanea. 

    Esse producono il sebo (ovvero la "misteriosa PROTEZIONE NATURALE" del cane), un liquido biologico che ha diverse funzioni: questa sostanza, composta prevalentemente da colesterolo e acidi grassi, serve a rendere morbida la pelle e ad idratarla, evitando così che essa si secchi e si crepi. Serve inoltre a lubrificare ed ammorbidire i peli.

    E' molto importante perciò la funzione del sebo per mantenere un pelo sano, dato che il manto del cane protegge e isola il corpo dai raggi ultra violetti, dal caldo, dal freddo, dall'umidità, dalle punture degli insetti e da tutti gli agenti esterni... 

    A livello cutaneo si verificano attività metaboliche essenziali, come l'aromatizzazione periferica degli androgeni e degli estrogeni. Nell'ambito delle difese immunitarie, il sistema immunitario cutaneo è fondamentale contro i microorganismi, gli allergeni o i parassiti. Perciò il film lipidico o di superficie, costituito dal sebo, gioca anche un ruolo importante di barriera fisica e chimica al passaggio di sostanze utili alle difese cutanee. I prodotti detergenti sgrassanti, proprio in virtù di questa proprietà, intaccano e riducono il sebo diminuendo così la funzione che ha il pelo di protettore della cute, perciò il vostro veterinario di fiducia o l'amico del parchetto avrebbero ragione nel dire di lavare poco il cane o di farlo una volta all'anno se si utilizzasse un prodotto sgrassante come il detersivo per lavare i piatti o uno shampoo di bassa qualità e non conforme con le esigenze del manto dei nostri cani, perchè è vero che il pelo non deve essere sgrassato!

    Ad oggi però, a differenza di 50 anni fa quando per lavare i cani si usava il sapone di marsiglia (o l’aceto!), abbiamo a disposizione prodotti ad altissima qualità, studiati per ogni esigenza e per MIGLIORARE la salute dei nostri amici.

    Uno shampoo di buona qualità, può pulire e basta oppure può apportare sostanze specifiche che penetrano nel sistema cutaneo, la cosa importante è che sia un detergente per cani e NON PER UMANI: il ph della cute del cane ha un valore tra il 7 e l'8 a differenza di quello umano che si posiziona intorno al 5,5, inoltre il pelo del cane è idrorepellente e necessita di conseguenza prodotti più ricchi di grassi ed oli per mantenere e, in alcuni casi, ripristinare questa caratteristica.

    Perciò, alla luce di tutto ciò, come rispondere alla domanda iniziale "con quale frequenza si possono lavare i cani"? Non ci sono regole, i nostri cani li possiamo lavare tutte le volte che si sporcano: viene da se che avrà più bisogno di bagni frequenti un cane che vive in città che necessita che vengano asportate le polveri sottili dello smog che si depositano sulla pelle, rispetto ad un cane che vive in alta montagna, ma che sia una volta alla settimana piuttosto che una volta al mese, la cosa davvero importante è che venga scelto con cura lo shampoo da utilizzare in modo soggettivo.

    Purtroppo ci sono ancora molti veterinari che consigliano di lavare il cane una volta all’anno disinfettandoli con l’aceto (ottimo sgrassatore ma molto aggressivo per la cute del cane e con un ph totalmente sbagliato!).

    L’ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) afferma che l’igiene del cane è un fattore di prevenzione sanitaria e di benessere animale.

    Molti di questi cani lavati poco possono sviluppare delle brutte dermatiti che ovviamente poi devono essere curate dagli stessi veterinari con dei costi abbastanza elevati!

    Le donne sanno bene che molti medici, non molto tempo fa, sconsigliavano al sesso femminile di lavarsi durante il ciclo mestruale (l’acqua calda non esisteva e il mestruo era considerato una emorragia e con il freddo si poteva bloccare il ciclo…).

    Detto ciò, non possiamo che rinviare ogni valutazione al proprietario a cui spetta la scelta dei trattamenti sul proprio animale, con tutte le conseguenze da essa derivanti, anche in termini di responsabilità professionale e degli operatori coinvolti.

    Come abbiamo già visto le motivazioni "scientifiche " per queste arcaiche posizioni sono dovute al fatto che, eliminando lo strato lipidico della pelle del cane la si rende più aggredibile ad agenti patogeni ......

    Questo poteva essere vero quando si lavava il cane con prodotti con ph non fisiologico e troppo aggressivi. Ora ci sono prodotti testati e specifici!

    Ora si usano anche dei prodotti “dopo shampoo” PER RIEQUILIBRARE l'eliminazione del film lipidico CHE VIENE RISTABILITO IN POCO TEMPO.

    Forse per questo tipo di veterinari non c'è l'esigenza di una stretta convivenza con il cane e conseguenti norme igieniche da rispettare….

    Da considerare inoltre gli inquinanti nell'aria che legandosi a questo "benedetto" film lipidico possono creare problemi alla salute del cane .

    Molto spesso trattamenti frequenti apportano evidenti benefici in termini di idratazione e rafforzamento della struttura cheratinica del pelo.

    E’ la trascuratezza invece a provocare cuti sensibili e facilmente attaccabili dall’esterno.

    Gli animali più colpiti da problemi dermatologici sono infatti quelli poco lavati o addirittura non lavati!

    Su questi soggetti il proliferare di germi e batteri aumenta in maniera esponenziale.

    La cosmesi, se professionale, evita molti disturbi e crea per l’animale condizioni ottimali di salute e benessere.

    Una pelle e un pelo pulito sono sicuramenti più sani.

    La costante toelettatura vi permetterà di monitorare lo stato di salute della pelle e del pelo, che sono la NATURALE PROTEZIONE del cane verso gli agenti esterni.

    Ma non solo: è sicuramente cura del Toelettatore Professionista, appena individuerà qualcosa di sospetto per la salute del tuo amico, inviarti dal veterinario.

    Spesso si individuano in tempo alcune patologie evitando pericolosi aggravamenti di salute (lesioni cutanee, noduli, problemi alla vista o alle orecchie, perdite vaginali, linfonodi ingrossati etc etc).

    I nodi, oltre che brutti esteticamente sono ricettacolo per lo sporco e i parassiti. I nodi sono fastidiosi al cane e possono nascondere dermatiti e lesioni.

    Molte volte il pelo infeltrito è recuperabile ed il nostro professionista è in grado di riportare il pelo alla sua consistenza naturale, possono essere necessarie diverse sedute.

    Solo se questo non sarà possibile ti consiglierà una tosatura adatta.

    Se la tosatura si renderà inevitabile ricorda per le volte successive, di non aspettare troppo tempo per portarlo in toelettatura.

    I Maltesi, Shihtzu, Yorkshire, ecc…sono tra le più diffuse nelle case degli italiani per la loro simpatia e la piccola taglia.

    Indubbiamente i cani di queste razze sono molto belli ed affascinanti con il pelo, ben pettinato, trattato e curato.

    Questo comporta una costante “manutenzione” del proprietario e una periodica toelettatura di un Professionista con una frequenza variabile che dipende sostanzialmente dalle cure che il proprietario riesce a riservare al cane.

    Non tutti i cani devono essere tosati. Non viene consigliata la tosatura di tutte quelle razze o nei Meticci che hanno il mantello formato da pelo non particolarmente lungo e sottopelo con muta annuale, e che quindi potrebbero avere problemi di ricrescita quindi oltre ai meticci riconducibili alle razze PASTORE (Tedesco, Maremmano, etc), NORDICI e Spitz (Samoiedo, Husky, Chow, Volpini, etc), CANI CON PELO DRITTO E CORTO (Labrador).

    Mi sento in dovere di ribadire il concetto, visto i moltissimi cani che vedo rapatiNON gli fate un favore, NON lo fate “sentire più fresco”, ma gli fate rischiare una scottatura (oltre a rovinargli il pelo, se lo fate tosare a macchinetta, ma questo sarebbe il meno) e soprattutto gli farete sentire più caldo di prima.

    Perché? Perché il cane non ha ghiandole sudoripare sul corpo, ma solo sui polpastrelli: e del calore in eccesso si libera aumentando la ventilazione polmonare.
    “Liberargli la pelle perché possa traspirare meglio”, come ho sentito dire,  non ha alcun significato perché la pelle del cane non traspira.

    Il mantello del cane è un efficacissimo termoprotettore, sia d’estate che d’inverno: toglierlo significa aumentare la possibilità di colpi di calore, perché il caldo arriverà alla cute che si troverà sprovvista delle sue naturali difese.
    Qualsiasi  veterinario potrà confermarvi (almeno, qualsiasi veterinario preparato…).

    Alcuni toelettatori spesso sono costretti ad acconsentire a questo tipo di richieste, se non vogliono perdersi il cliente: quindi posso anche capirli. Giustificarli un po’ meno, visto che anche per loro il benessere del cane dovrebbe venire al di sopra di tutto.

    Per la maggior parte dei cani soggetti alla “Muta del pelo” il bagno è sicuramente utile per favorire il ricambio.

    Per i CANI CON IL PALO LISCIO o con pelo e sotto pelo, sebbene difficilmente presentino nodi, hanno bisogno di bagni e spazzolature, in questo modo non si avrà perdita di pelo in casa giacchè questo verrà eliminato in buona parte in toelettatura: il bagno e il phon dilatano il bulbo pilifero facendo cadere naturalmente il pelo morto, e che verrà raccolto con la spazzola.

    Alcuni cani, per problemi ormonali, di età, etc, non perdono il sottopelo con l’avvento della stagione calda, in questi casi il Toelettatore potrà con un buon bagno ed una giusta spazzolatura, facilitare la perdita del pelo invernale evitando una inutile tosatura.

    Se avete un CUCCIOLO portatelo dal nostro Toelettatore, si abituerà fin da piccolo, senza traumi, ad essere maneggiato da un professionista, a conoscere le attrezzature, e a non avere paura.

    E’ molto importante però che voi a casa fin da subito lo maneggiate, lo spazzoliate, gli ispezioniate le orecchie, le unghie, in maniera positiva, e per queste prime pratiche il nostro Toelettatore di fiducia può esservi d’aiuto.

    Il cucciolo deve poter apprendere che queste cose fanno parte delle “coccole” e delle attenzioni che gli presteremo tutta la vita.

    Il nostro Toelettatore che si aggiorna sull’uso dei prodotti più adatti e sicuri, potrà eseguire trattamenti mirati o preventivi, con prodotti a Ph adatti alla pelle del tuo Amico, che sanno mettere in risalto le sue naturali qualità estetiche.

    Tieni presente che, nel caso ci fossero parassiti sul manto del tuo Amico, dovrai fare anche una ACCURATA DISINFEZIONE DELL’AMBIENTE ove vive il tuo Amico: zecche e pulci depongono le uova e sviluppano i primi stadi del loro sviluppo nell’ambiente (fessure, crepe, interstizi, tappeti, copertine, cucce, etc).

    Una buona disinfezione in toelettatura può risultare inefficace, se non si disinfetta CONTEMPORANEAMENTE il suo ambiente.

    Aumenta la frequenza dei bagni all’inizio della Primavera, perché in questo periodo si sviluppano i “progenitori” dei parassiti (una zecca adulta di Febbraio avrà un migliaio di figli nel periodo estivo).

    Inoltre sarà opportuno adottare l’utilizzo costante di prodotti per la prevenzione del rinfestamento dei parassiti, sia sul vostro Amico, che per l’ambiente.

    Esistono trattamenti preventivi anche per le micosi (se sapete che il vostro animale è stato in ambienti o ha avuto contatti rischiosi) o dermatiti e con essenze repellenti per Flebotomi (veicolo di Lheismaniosi) e per zanzare (Filariosi).

    Almeno una frequenza MENSILE è da considerarsi obbligatoria per i trattamenti per la cura del pelo ovviamente con i prodotti specifici.


    La tecnica dello stripping

    Sono molte le razze di cani sulle quali si deve RIGOROSAMENTE praticare questa tecnica per rimuovere il pelo morto e facilitare la ricrescita di pelo nuovo; ad esempio razze come lo SCHNAUZER, quasi tutti i TERRIER, BASSOTTI A PELO DURO, e tutti i cani a PELO DURO. Va inoltre detto che queste razze sono state selezionate nei secoli per lavorare duramente in terreni e climi difficili, e quindi devono avere la massima protezione dalla loro pelliccia: il pelo duro assicura la massima protezione tra tutti i tipi di pelo.

    PERCHE’ LO STRIPPING E COS’E’?

    Questa tecnica non fa altro che facilitare un ciclo che è naturale, e non è per niente doloroso, se dovesse risultare tale vuol dire che non è il momento giusto. Il pelo morto se lasciato nel bulbo pilifero provoca prurito, perché sotto c’è il pelo nuovo che spinge per uscire, e il cane tenterà grattandosi di eliminarlo da solo. Ma grattandosi corre anche il rischio di provocarsi delle lesioni cutanee.

    I vantaggi del pelo duro sono molteplici: ripara dalle intemperie, asciuga più velocemente ed isola molto bene dagli sbalzi di temperatura, ed inoltre se sottoposto a questa tecnica, non troverete pelo morto in giro per la casa. Però soltanto un’esperto toelettatore è in grado di eseguire questa tecnica. La tosatura ROVINEREBBE IRRIMEDIABILMENTE il pelo duro, facendolo diventare riccio, perdendo il suo colore naturale e verrebbe compromessa la naturale protezione della pelle. Si pensi ad esempio alla testa del WEST HIGLAND ( non avrebbe il suo caratteristico aspetto se il pelo non fosse dritto ed irto quindi nato dopo lo stripping) o ai COLORI DEI TERRIER A GAMBA LUNGA O NEGLI SCHNAUZER.

    ALCUNE AVVERTENZE

    Quando il vostro cane incomincia a perdere leggermente pelo significa che è arrivato il momento per lo stripping. Una delle conseguenza potrebbe essere l’ ARROSSARSI DELLA PELLE, O LA PRESENZA DI UNA LEGGERA ACNE, specialmente la prima volta o se abbiamo anticipato un po’ i tempi: NON C’E’ ASSOLUTAMENTE DA PREOCCUPARSI, il Toelettatore farà uno shampoo lenitivo oppure secondo l’ esperienza vi consiglierà dei prodotti adeguati da applicare localmente.

    E’ doveroso ricordare che i lavaggi troppo frequenti nei cani a pelo duro e soprattutto senza l’uso di PRODOTTI SPECIFICI sfibra il pelo.

    In certi soggetti, soprattutto di genealogia americana, il pelo non ha i requisiti che la razza richiede e non è adatto quindi ad essere strippato, il professionista ve lo dirà e lo toeletterà nel modo più opportuno per il vostro cane.

    Se invece si sceglie di preparare un cane per le esposizioni, OLTRE CHE A RICHIEDERE UN IMPEGNO COSTANTE DA PARTE DEL PROPRIETARIO, sarà indispensabile il lavoro del toelettatore con cadenza bisettimanale. O addirittura settimanale.

    Un toelettatore professionista, ha diversi contatti diretti con allevatori e specialisti della varie razze, potendosi così avvalere delle migliori consulenze per preparare il vostro amico al ring.

    QUANDO TOELETTARLO?

    Abituare fin da cucciolo il vostro cane alle operazioni di toelettatura, portatelo dal vostro professionista di fiducia per il primo bagno, e da subito per farlo abituare con dolcezza e senza traumi ad operazioni che dovrà affrontare per tutta la vita. Di norma già l’allevatore provvede al primo stripping per eliminare il pelo da cucciolo, ma appena arriva a casa portatelo dal toelettatore entro il terzo mese, sappiate che, soprattutto all’inizio, dovrete rinunciare alla rifinitura estetica che la razza richiede, perché per avere il pelo duro si dovrà stripparlo tutto testa compresa!!!

    Portate il cane dal toelettatore NON lavato recentemente: il pelo sporco rimane più facilmente nel coltellino da stripping. Generalmente si fanno diverse sedute nel corso dell’anno, la prima per strippare il pelo duro (STRIPPING), la seconda per eliminare il sottopelo (TRIMMING), ma vanno sicuramente valutate insieme al vostro Toelettatore, soprattutto se si tratta di preparazioni per esposizioni che richiedono sicuramente più sedute. Ma di trimming si parla anche se si vuole tenere in “ordine” il vostro amico, e mantenerlo nell’aspetto tipico della sua razza.

    Se un cane ha troppi nodi o feltri non si può strippare perché il pelo va strippato a piccole ciocche, quindi portatelo prima che sia troppo tardi e non dimenticatevi di spazzolarlo spesso.

    Dopo lo stripping il cane va tranquillamente lavato per evitare che la sporcizia provochi dermatiti ed infezioni essendo i dotti piliferi aperti. Se una razza che richiede la tecnica dello stripping viene toelettata usando la tosatrice e quindi il pelo viene tagliato, quello che ricrescerà sarà ondulato e tenderà sempre più ad arricciarsi, decolorarsi e proteggere meno il cane dal freddo trattenendo più umidità.


    Bagno e toelettatura al gatto

    Anche i gatti, soprattutto per le razze a pelo lungo, hanno bisogno di specifiche toelettature.

    Una buona spazzolatura, il taglio delle unghie, la pulizia delle orecchie, la pulizia del pelo intorno alla zona perianale e dei genitali, ecc...sono comunque operazioni di routine per il vostro gatto.

    La cute ed il pelo puliti equivalgono a pelle e pelo sani, o per lo meno monitorati da un professionista in grado di individuare delle anomalie.

    A volte è indispensabile una tosatura per evitare che sotto i feltri si formino dermatiti o altri problemi. La tosatura in questo caso ha funzione di pulizia e porterà sollievo e guarigione.

    E' bene ricordare che le operazioni di toelettatura di un gatto richiedono situazioni di maggior calma e quindi un maggior tempo rispetto ad un cane.